Bacillus subtilis (antagonista naturale)

Il Bacillus subtilis è un batterio antagonista utilizzato nella difesa delle piante contro numerose malattie. Meccanismo d’azione ed uso in agricoltura biologica e convenzionale

 

Il Bacillus subtilis è un batterio utilizzato sia in agricoltura biologica che in quella convenzionale per la difesa preventiva delle piante. È un batterio gram positivo comunemente presente nel suolo e attivo contro numerose batteriosi e patologie fungine. La sua azione si esplica in molti modi tra cui la più importante è la competizione per spazio e nutrienti con i patogeni vegetali e l’antibiosi (cioè la capacità di secernere sostanze con attività antibiotica nei confronti dei patogeni), in secondo luogo è possibile che questo batterio stimoli la resistenza sistemica indotta (ISR) rendendo così le piante più resistenti agli attacchi dei patogeni. Inoltre è dimostrato che l’utilizzo di prodotti a base di Bacillus subtilis aumenta la produzione delle piante trattate grazie alla sintesi di molecole biostimolanti. Il Bacillus subtilis è registrato su numerose colture contro molte patologie tra cui ricordiamo: Botrytis cinerea (su vite, fragola, pomodoro, peperone, melanzana), Monilia spp. e Xanthomonas arboricola (su pesco, albicocco, susino, ciliegio, nettarine) Venturia spp. ed Erwinia amylovora (su melo e pero), batteriosi del pomodoro (Pseudomonas syringae) Sclerotina spp. (su lattuga e ortive). È un prodotto preventivo è va quindi applicato ai primissimi focolai d’infezione, inoltre essendo un prodotto di contatto è fondamentale eseguire una corretta distribuzione in campo che copra tutta la vegetazione. Si può usare da solo o in alternanza con altri prodotti per la difesa. In alcune formulazioni può essere distribuito anche con applicazioni al suolo. Il Bacillus subtilis è consentito in agricoltura biologica essendo un prodotto a basso (quasi nullo) impatto ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *