Come prevenire i principali marciumi delle piante

Sicuramente anche tu almeno una vota hai notato dei frutti marci nel tuo orto o addirittura intere piante che collassano a motivo dei marciumi. Questo genere di danni è causato da un’ infinità varietà di cause e ognuna ha la sua cura. Tra i principali responsabili di questo tipo di danno troviamo:
I batteri: questi comunemente presenti nel terreno possono trovare in taluni momenti le condizioni ideali per moltiplicarsi e danneggiare le nostre piante o frutti. I batteri sono favoriti dalle alte temperature, il più delle volte hanno bisogno di lesioni o ferite causate da fattori esterni per svolgere la loro azione. Attenzione quindi ad eventi atmosferici avversi come grandine e forti temporali in grado di lesionare le parti verdi della pianta. In ultimo, è l’uomo il principale vettore dei batteri, utilizzando forbici per la potatura, seghetti ed altri arnesi non sterilizzati.
I funghi sono un altro fattore che causa marciumi alle piante e ai frutti. Questi microrganismi hanno bisogno di elevate temperature per moltiplicarsi, intorno ai 20°C o più e soprattutto di molta umidità. I funghi possono penetrare attivamente attraverso gli organi vegetali, senza bisogno di ferite o lesioni. Si moltiplicano molto velocemente grazie alla formazione delle spore le quali vengono trasportate dal vento anche a lunghe distanze.
Carenze nutrizionali: il caso più famoso è quello del marciume apicale del pomodoro causato da uno squilibrio di assorbimento del calcio nella pianta. È logico quindi che una pianta in cattivo stato di salute sarà più esposta a questo genere di problemi.
Insetti: è il caso della mosca della frutta o del moscerino dei piccoli frutti (Drosophila suzukii) le cui larve determinano il rammollimento della polpa del frutto e l’instaurarsi successivamente di attacchi di funghi e batteri patogeni. Sulla frutta bisogna quindi identificare se ci sono le minuscole larve di questi insetti prima di attribuire i marciumi ad atre cause.
Ma vediamo quali mezzi utilizzare per prevenire i principali marciumi nelle piante. Innanzitutto bisogna evitare gli eccessi idrici e i ristagni d’acqua, sia nell’orto che nei vasi. questo perché il terreno è la principale fonte di fughi e batteri fitopatogeni e l’eccesso d’acqua favorirebbe il loro sviluppo oltre alla loro propagazione attraverso gli schizzi d’acqua sporchi di terra sulla vegetazione. Quindi irrigare con il giusto quantitativo di acqua. Forbici da potatura, seghetti ed altri utensili da giardino vanno disinfettati con ipoclorito di sodio diluito o Sali quaternari di potassio. L’uso di prodotti a base di Sali di rame (verde rame, poltiglia bordolese, ecc.) prevengono le batteriosi ed hanno un effetto fungicida su molti funghi patogeni. Dopo una grandinata o altri eventi atmosferici che possono aver causato ferite sulle piante è buona norma intervenire irrorando prodotti a base di Sali di rame per prevenire marciumi ed altri problemi.
Per l’agricoltura più professionale si possono utilizzare prodotti a base di Bacillus amyloliquefaciens che ha una azione di contrasto contro molte malattie delle piante e va utilizzato in via preventiva.
In fine è utile ripulire l’orto e le pinte dai frutti malati o che presentano inizio di marciumi in modo tale da ridurre la diffusione sulle parti sane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *