Peronospora della rosa

La peronospora della rosa è una malattia causata dal fungo Peronospora sparsa. Questa malattia in presenza di condizioni climatiche favorevoli può causare gravi danni alla coltivazione della rosa, oltre che attaccare rovo e lampone. Sintomi, ciclo biologico e cura della peronospora della rosa

 

Identificazione e danno

La peronospora della rosa è una patologia vegetale causata dal fungo Peronospora sparsa che attacca le rose coltivate e diverse specie vegetali del genere Rubus come rovo e lampone.
Nella maggior parte dei casi il danno si manifesta a livello delle foglie, ma più raramente si può manifestare su steli e boccioli. La peronospora della rosa si evidenzia con la formazione di macchie necrotiche sulle foglie accompagnate a volte da una decolorazione circostante alla macchia. In condizioni di temperatura idonee nella pagina inferiore della foglia sottostante alla macchia si evidenzia un feltro miceliare grigiastro, segno inequivocabile della presenza del micete. In casi di forti attacchi le foglie colpite dalla Peronospora sparsa cadono lasciando deformati altri organi come steli o boccioli e di conseguenza si avrà una stentata fioritura.

Ciclo biologico

Peronospora sparsa sverna come oospora (organo di conservazione) tra gli anfratti vegetali o tra i residui colturali. Essenziale per questo fungo è che vi sia una elevata umidità ambientale il che fa si che le infezioni più pericolose si evidenziano in coltura protetta. In condizioni ideali le oospore germinano liberando le zoospore nell’ambiente che inizieranno nuove infezioni. La germinazione delle zoospore inizia sopra i 18 °C. e generano più cicli infettivi essendo queste prodotte oltre che dalla oospora, anche dagli sporangiofori emessi nella pagina inferiore della foglia colpita (visibili appunto come muffa grigiastra).

Lotta

Attraverso le pratiche agronomiche e possibile contenere parzialmente la malattia e tali pratiche consistono nel distruggere i residui infetti delle potature, nell’evitare forme di allevamento troppo chiuse, sostituire l’irrigazione per aspersione con quella localizzata e/o subirrigazione e soprattutto sotto serra evitare pericolosi aumenti di umidità relativa effettuando dei ricambi d’aria.
La cura alla peronospora della rosa si avvale principalmente dell’utilizzo dei sali di Rame alla comparsa dei primi sintomi e continuando con trattamenti successivi come riportato nell’etichetta del prodotto commerciale utilizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *