Come eliminare in modo naturale gli argidi della rosa, tutti i prodotti e i rimedi naturali.

L’argide della rosa è un insetto che danneggia le rose, sia le sue larve che gli adulti. In questa scheda tecnica vedremo come eliminare le infestazioni di argide e quali insetticidi naturali utilizzare come rimedi naturali

Aduto di argide (Arge pagana) fotografato dall’alto. Si noti la forma del corpo e le ali trasparenti.

L’argide è un insetto appartenete alla famiglia degli imenotteri, sotto il nome comune argide vengono identificate due specie distinte i cui nomi scientifici sono Arge rosae e Arge pagana. Entrambe causano i medesimi danni e quindi li tratteremo nella stessa descrizione. L’insetto si manifesta verso la fine della primavera e gli adulti è possibile osservarli gironzolare sulle piante di rosa intenti ad ovideporre. L’adulto di argide è facilmente riconoscibile e anche in non esperti del settore possono identificarlo facilmente. L’adulto somiglia vagamente ad una vespa nera (vedi foto sopra) con l’addome giallo-arancione e le ali trasparenti. Per l’esattezza Arge rosae oltre ad avere l’addome giallo-arancio presenta anche il torace e le zampe del medesimo colore. Arge pagana è tutta color nero tranne appunto l’addome (vedi foto sotto).

Adulto di argide (Arge pagana) intento ad ovideporre su un giovane ramo. Si noti l’addome colo giallo-arancione

L’aspetto più importante di questo insetto è il danno provocato dalle larve e dall’ovideposizione dell’adulto. Le larve sono delle gran divoratrici di foglie ed hanno abitudine gregaria, quindi sulle foglie sono presenti in gran numero. Gli adulti per ovideporre creano delle ferite con l’ovidepositore (definito tenebra in questo genere di insetti) con il quale incidono i giovai steli e rametti e ovidepongono al loro interno le uova. Le lesioni generate dall’ovideposizione generano la deformazione dei tessuti coinvolti che nei casi più gravi si seccano del tutto portando alla morte i giovani rametti e compromettendo la fioritura. Le larve di questa specie vengono dai non esperti confuse con la tentrendine (vedi qui scheda tecnica insetto), altra specie che causa danni sulla rosa. L’identificazione è molto semplice in quanto gli argidi si nutrono delle foglie iniziando a divorarle dai bordi e portandosi verso il centro della foglia e lasciando al massimo la nervatura centrale intatta (vedi foto). La tentredine invece tende a rimanere sotto la pagina inferiore delle foglie e si nutre creando dei fori sulla foglia dando l’impressione di essere bucherellata. (se hai dei dubbi puoi accedere alla scheda tecnica della tentredine che trovi cliccando qui).

Larve di arge (Arge pagana) su foglia di rosa. Si noti i danni causati

Ciclo biologico dell’argide della rosa

Ad inizio primavera le larve che si sono impupate nel terreno o nei residui vegetali sfarfallano per dare luogo alla prima generazione. In certi casi l’argide può svernare come larva matura per poi impuparsi ai primi caldi. Gli adulti ovidepongono sui germogli creando i danni sopra descritti. Le larve andranno impupandosi in estate generando poi una successiva generazione. Arge pagana a differenza di Arge rosae compie una terzo ciclo. In breve Arge rosae compie due generazioni e Arge pagana tre.

Come eliminare gli argidi delle rose con rimedi naturali

Sicuramente la prevenzione è l’arma più efficace contro questo insetto. È importare effettuare dei controlli visivi almeno due volte a settimana, controllando tra le rose la presenza degli adulti e verificando la presenza dei danni da ovatura. La presenza degli adulti tra le foglie è indice di un futuro attacco. Nel caso vengano rivelati dei rametti con i segni delle ovature fresche, questi vanno rimossi con la potatura al fine di prevenire la schiusura delle uova. Con la presenza delle larve sulle foglie si può procedere all’eliminazione manuale nel caso queste siano poche, in alternativa irrorare dell’insetticida piretro (vedi qui la scheda tecnica del prodotto). Anche l’olio bianco (vedi qui la scheda tecnica del prodotto) ha una discreta efficacia sulle larve di argide, ma solo su quelle più piccole. Rimane ideale dove possibile la miscela dei due prodotti, piretro e olio bianco al fine di potenziare l’azione del piretro. Le formulazioni a base di spinosad al momento non sono registrate su rosa contro questo insetto, ma lo spinosad ha effetto sulle specie di argide in generale. Ciò significa che l’uso di questo principio attivo sula rosa per controllare tripidi o minatori fogliari ha un effetto collaterale sugli argidi.

Pubblicato in Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *